MARCO MAZZUCCONI

BIOGRAFY
MARCO MAZZUCCONI


Nato a Milano nel 1963,

"Cerco il punto in cui la logica delle cose si può incrinare, il confine dove le cose, pur conservando le caratteristiche, rischiano di perdere il loro senso". MM
"Potremmo descrivere Mazzucconi come una personalità decisa, squadrata, sicura, determinato a dare un'immagine chiara di sé e senza nodi che si traduce nell'apertura alla molteplicità, di temi e tecniche, dei media e dei modi con cui può e vuole esprimersi, dell'apparenza degli "oggetti" che crea". Elio Grazioli

Nel 2107 esce una monografia pubblicata pubblicata da Cambi : nella prefazione :
Marco Mazzucconi, brillante inventore di forme per circa un ventennio a partire dal 1985, promessa riconosciuta e quasi osannata della giovane arte italiana, per quasi dieci anni è rimasto in silenzio - con pochissime e sporadiche eccezioni, in qualche collettiva -, ha cambiato occupazione e ora si ripresenta con una serie di lavori nuovissimi, che testimoniano concretamente un pensiero che ha continuato a elaborare forme, anche in questi anni silenziosi.
Per Mazzucconi il funzionamento dell'arte non è garantito dalla propria soggettività - che vediamo scomparire dietro una realizzazione "fredda", e spesso ironica, come nella serie dell'Informale visto dall'uomo e visto dal cane, o di Daltonico e analfabeta - ma dalla trasformazione di questa stessa soggettività in oggettività di relazioni linguistiche. [...] Queste relazioni, da casuali o individuali o sentimentali, diventano colmi di significato, perché la complessità del nostro sistema di relazioni "sicuramente" permette di legare elementi sorti e avvicinati soltanto casualmente.


Marco Mazzucconi ha esposto in prestigiose gallerie quali Studio Marconi di Milano (1987) e Massimo Minini di Brescia (1985).
Nel 2000 torna a esibirsi presso Massimo Minini con la sua personale "Safe Zero".
Nel 2017 partecipa alla collettiva "White Surfaces" presso la galleria d'arte "Primae Noctis" di Lugano. Attualmente vive e lavora a Milano.
Mostre Personali (selezionate)
2018
Promenade, Primo Marella Gallery, Milano, IT
2017
Essere Non Qui, Primae Noctis, Lugano, CH
2000
Safe Zero, Galleria Massimo Minini, Brescia, IT
1997
Murazzi del Po, Torino, IT
1996
Studio Casoli, Milano, IT
1995
Galleria Massimo Minini, Brescia, IT
1993   
Galerie Blancpain-Stepczynski, Ginevra, CH
1992
Castello di Rivara, Torino IT
1991
Identità, Galleria Massimo Minini, Brescia, IT
Galerie Ascan Crone, Amburgo, DE
1989
Galerie Ascan Crone, Amburgo, DE
Galerie Ficheroulle, Bruxelles, BE
Chance, Franz Paludetto, Torino, IT
1988
Mostra con vista, Franz Paludetto, Torino, IT
1987
Tenere zinne, Galleria Facsimile, Milano, IT
Buttarsi, Galerie Ficheroulle, Bruxelles, BE
Champagne, Studio Marconi 17, Milan, IT
Mostre Collettive (selezionate)
2017
Abstracted #2, Aeroplastics + Mind@ART, The Chapel, Bruxelles, BE
2016
Liberi tutti!, Museo Ettore Fico, Torino, IT
Studio Baldini, Piacenza, IT
White surfaces, Primae Noctis, Lugano, CH
1999
Sympathicus, Städtisches Museum, Abteiberg, DE
1998
Due o tre cose..., PAC, Milano, IT
1996 
Quadriennae di Roma, Roma, IT
1995
Galleria Continua, San Gimignano, IT
1994
Galleria Massimo de Carlo, Milano, IT
1992
Exhibit A, Serpentine Gallery, Londra, GB
1991
Una scena emergente, Museo Pecci, Prato, IT
La scena, Museum Modemer Kunst Stiftung Ludwig, Vienna, AT
Anni Novanta, Galleria Comunale d'arte moderna, Bologna, IT
The rules of the game, Salvatore Ala, New York, US
1990
Passions, Galerie Montenay, Parigi, FR
1989
Examples, Riverside Studios, Londra, GB
Mailand, Kunsterwerkstatten, Monaco, DE
Punti di vista, Giò Marconi, Milano, IT
1988
Geometrie dionisiache, PAC, Milano, IT
Davvero, l'Osservatorio, Milano, IT
1987
Tableaux d’une exposition, Galleria Facsimile, Milano, IT
1986
Il cangiante, PAC, Milano, IT
ESSERE NON QUI OLIO SU TELA
WORKS & PROJECTS